Tag: Pearls Before Swine

Ombre di primavera

Non ne volevo parlare, davvero. E non perché non vi creda (anzi, assumo che tutto ciò che abbia una qualche storia o tradizione non possa essere una completa fesseria).

Tuttavia mi sono imbattuto qui in PBS che fa effettivamente riferimento al Giorno Della Marmotta in maniera molto simpatica (e potrebbe tranquillamente essere una delle giornate di B. Murray nel mitico Groundhog Day…).

PBS040216.PNG

Mettiamola così, in condizioni in cui la scelta può essere fra due cose (nel caso del meteorologo Phil: vedo la mia ombra o no?) ogni evento che inaspettatamente turba il sistema ci mette in una condizione di stallo decisionale. Ne consegue che per trovare vie di uscita si ricorre a “nuove votazioni” o bisogna percorrere altre strade (chissà che ne pensano i figli di Phil…). Effettivamente non è detto che la marmotta possa vedere la sua ombra se il 2 Febbraio il cielo della Pennsylvania è coperto di nubi.

Ad ogni modo, almeno per il momento, quanto predetto da PBS non si è verificato ed il
meteorologo di fiducia per il 2016 Phil prevede primavera.

Che le ombre, oggigiorno, non facciano più un granché di paura?

WU

PS. E per i più puristi voglio solo ricordare (e ricordarmi) che la tradizione dell’evento è nella festa della Candelora, che ricorre, appunto il 02.02 (ne parlo solo con due giorni di ritardo!)

PPSS. Oggi è la data astrale 04.02.16. E’ inutile che faccia notare le ricorrenze numeriche della questione…

Annunci

3-1-1

Here PBS makes another pearl (… and I wouldn’t be surprised by myself if I already stumbled on it…).

PBS041215

Would it be nice ho have some universal answers to questions like this one… 42, for instance 😀 .

I do not know (of course) the answer, but I’m not sure if the question is really useless. Probably we will never know the reason, but keep on asking ourself “why do I exist?” at least keeps our mind well trained, our being alive and avoids to get trapped into the routine monotony.

And it is also nice this other comics (…I don’t know much more; the quality is poor and also the original web page can not be accessed… help me!)  where the same question is faced with a discussion directly with “who should own the answer”.

comicPBS041215

Actually, if we change perspective, His position is much more difficult and the same question in His case would have a much more complex answer. His advantage is that He can potentially choose the answer; His disadvantage is that He is asked also for our answers. I myself wouldn’t change…

WU

PS. … maybe the new Siri version has the answer! Like the “why” Matlab Easter egg!

Modi & Modi

E’ tutta una questione di modi (e mi rendo conto di esserne spesso privo). Anche la cosa migliore, la proposta più accorata, quella cosa a cui non puoi dire di no, posta male (o forse semplicemente con troppa schiettezza) rischia di sembrare la peggior idea del mondo.

Lo dico come riflessione a latere di eventi odierni e come sempre stressando la rete mi imbatto in questa striscia di Pearls before Swine (magicamente odierna!) che esprime molto bene il concetto…

PBS091015

E non sto parlando (solo) di situazioni in cui è il doppiosenso a farla da padrona, e la naturale (?) predisposizione dell’essere umano al fraintendimento; mi riferisco anche a tutte quelle situazioni in cui animati da buone intenzioni passiamo un messaggio parziale (nel migliore dei casi) o opposto al nostro interlocutore. Senza dire che poi entra in gioco anche il rapporto pregresso fra persone oppure l’impressione a pelle che se ne ha.

Il rischio di sembrare sgarbati, faccendieri o doppiogiochisti è sempre molto alto nelle interazioni umane, ma un uso sapiente delle parole e dei modi è una di quelle cose che aiuta (nel caso dotati di buone intenzioni) o nasconde (nel caso invece siano le cattive intenzioni ad animarci).

Quindi, mi viene il legittimo dubbio se, quando mi trovo dall’altra parte e ricevo proposte “ben fatte”, mi trovo davanti una situazione di pericolo o una sincera ed onesta possibilità ben espressa. Che la comunicazione sia uno degli aspetti praticamente unici dell’essere animale è fuori di dubbio, ma che sia al contempo veicolo di sincerità ed inganni è assoluta prerogativa dell’essere umano.

Io ho problemi con le persone o semplicemente mi fascio troppo la testa? Devo capire meglio come prendere questo mondo.

WU

Dritti al cuore

Identificare il cuore dei problemi a volte ti cambia la vita. Certo si rischia di over-semplificare, ma andare dritti al punto è già di per se una conquista. Mi sento già meglio quando capisco che malattia ho.

Purtroppo a volte ho come l’impressione che anche quando penso di dire le cose chiaramente rimane una specie di velo di ambiguità che copre il cuore della questione. E non credo sia dovuto (solo) alla interazione con le persone perchè anche con l’omino del mio cervello a volte ci capiamo solo parzialmente, o meglio ci capiamo benissimo ma forse non sul nocciolo della questione.

E’ che un dato problema ha inevitabilmente più livelli. Andare a scalfire il fondo non è facile in quanto bisogna sia definire la priorità dei vari problemi che nascono via via sia essere abbastanza coraggiosi da saltare tutti i problemi definiti intermedi assumendo che essi non richiedono soluzioni immediate. E’ una questione di onestà.

Come sempre detto così sembra molto più catastrofico di quello che effettivamente sento, per questo (contorto ed inevitabile iter mentale) una volta che elaboro questo genere di pensieri (tendenzialmente sociopatici) mi rivolgo a qualche comic strip che renda il tutto in maniera più idonea e piacevole.

In questo caso la perla odierna di Pearls Before Swine fa proprio al caso mio.

pbs290915

WU

PS. E non è tutta una questione di money…

PPSS. Certo che facendo la media abbiamo che Rat ha almeno tanta voglia di lavorare quanta importanza da ai soldi.