Tag: minions

Gialli, cattivi ed ovunque

Sia chiaro: questa non è una recezione cinematografica e questo non è un blog per recensire alcunché (in realtà questo è un blog che non parla nello specifico di alcunché, odds and ends… appunto). Ciononostante ieri sono andato a vedere il lungometraggio dei Minions. E ne volevo parlare, più che altro mi ha colpito il fatto che la rete ne è invasa, e non solo!

Sono nati come gli aiutanti di Gru in “Cattivissimo me” (qui una bella recensione) nel quale la Illumination Entertainement ha fatto un grande sforzo per delineare degli aiutanti decisamente inusuali (nei primi disegni pare assomigliassro più che altro a trolls) che fossero non proprio di aiuto al cattivone principale, ma introducessero qualche comica disavventura. Da allora hanno colonizzato un po tutto fino a meritarsi un lungometraggio tutto loro (molto divertente e che consiglio, anche se come gran parte di questi character secondari credo siano più proni a cortometraggi).

Si vedono un po ovunque come gadget, tatuaggi, magliette, icone di stato, avatar e cose varie e sono stati anche definiti “il meme perfetto“.

Ma che cosa sono? Sono immortali (credo, e comunque non si sono evoluti, in tutti i sensi), gialli (anche un giallo depositato: “Il Pantone Minion Yellow apre la strada all’intelligenza e all’originalità […] è il colore della speranza, della gioia e dell’ottimismo”…), con forma vagamente di banana (pare il loro cibo preferito, o unico, e credo perchè sia uno dei pochi frutti che ha lo stesso nome in quasi tutte le lingue) e qualche sfumatura orientale.

Non è chiaro cosa parlino, ma fanno un misto di un po tutti gli idiomi conosciuti assieme a suoni gutturali, ma comunque comprensibili. Non hanno una caratteristica specifica (tanto è vero che quando cercano lavoro come assistenti cattivi improvvisano simpatici sketch) se non quella di una certa spontaneità e di una visione naif del mondo. Sono maldestri, tanto diretti da sembrare brutali, sono una specie di bambini all’arrembaggio con molta fortuna ed aiutati da una fisica alla Hanna&Barbera. Ah, teneri e simpatici si, ma non dimentichiamo che sono in fondo cattivi…

E sta forse proprio qui la loro forza, non sono nulla di speciale, molto versatili nella forma ed in grado di prestarsi a svariate macchiette, principalmente perchè sono praticamente un cilindro con gli occhiali e semi-inespressivi (niente rughe, ciglia, pochi capelli, etc.) . E soprattutto sono pecore come noi, il loro scopo è avere un capo, qualcuno da seguire (e da sterminare 😀 ). Sono piccole identità indistinte, mascotte minimalista ed occhialuta. “Minions are blank slates of cosmic dust and computer processing power, just like the rest of us”.

Hanno un po quell’aria scanzonata e di sufficienza che tutti vorremmo (ed un po di cattiveria che tutti abbiamo) avere e non paiono mai all’altezza della sfida che stanno per affrontare, salvo poi cavarsela in qualche modo rocambolesco. Aggiungiamo poi che sono accattivanti e semplici e ci ritroviamo con il perfetto omino (una simpatica pecorella) da copiare all’evenienza (infatti l’inglese meme deriva dal greco mímema, ovvero imitazione…).

Un “mega uculele”, “para tu” ed un “help a me” ed il gioco è fatto per questi cosi che sono il perfetto mix fra tutto e niente.

WU

PS. Il mio tributo per continuare ad accrescere l’impero dei Minions on line. Pertanto ecco una collezione di alcune immagini liberamente reperibili in rete

minions

Annunci