Hoba

Oggi la domanda “alla Marzullo” era abbastanza semplice: qual è il più grande meteorite rinvenuto sulla terra? Non il più grande cratere da impatto e non me ne frega nulla in questo momento di chi o cosa ha fatto estinguere i dinosauri o se qualche extra-alieno si diverte a mandarci “aeroplanini di carta”, volevo solo sapere qual è il sasso spaziale più grande che abbiamo rinvenuto sul nostro globo.

Scopro accidentalmente che il più grande meteorite rinvenuto coincide con la più grande massa di ferro di origine naturale presente sul nostro suolo. Il che ci dice già che si tratta di un meteorite ferroso (atassite, tecnicamente) che sono anche quelli che hanno più probabilità di sopravvivere “incolumi” all’ingresso nell’atmosfera e l’impatto con il suolo.

Il giga-meteorite in questione prende il suo nome dalla fattoria in cui fu rinvenuto, Hoba West, in Namibia. Il ritrovamento fu, ovviamente, accidentale: il proprietario della fattoria vi si imbatté con il suo aratro e sentendo un sordo rumore ferroso si fermò per capire che stava succedendo. Siamo nel 1920 e l’uomo si incuriosì per il colore nero della roccia che scalfita con un coltello risultava invece molto brillante. Solo le successive analisi, più che altro dettate dalla curiosità del fattore, chiarirono che si trattava di un meteorite. Il meteorite e tutto il terreno su cui giace fu quindi donato al governo della Namibia e dichiarato monumento nazionale nel 1955.

2.7 x 2.7 metri per uno spessore di 0,9 metri, una massa di circa 60 tonnellate (stimate ad oggi, 66 stimate in origine ridottisi a seguito di campioni prelevati per analisi, erosione e vandalismo) e di ferro per l’84%, il resto nichel e cobalto. Dalla forma vagamente discoidale, molto probabilmente come conseguenza della traiettoria che il sassone ha compiuto all’interno della nostra atmosfera. Il tutto circa 80.000 anni fa.

Attorno al meteorite non vi è un vero (che dovrebbe essere decisamente rilevante) cratere da impatto, molto probabilmente poiché la forma del meteorite e la sua traiettoria lo hanno fatto “rimbalzare” sull’aria (tipo sassi sullo stagno) fino a farlo impattare sul suolo molto più dolcemente di come era entrato nell’atmosfera e lasciandone quindi anche la struttura abbastanza integra (un angolo di impatto molto chiuso, in gergo).

Il meteorite, per ovvi motivi, non è stato mai spostato e si trova, con tutta la sua mole, esattamente dove “si adagiò” sulla terra migliaia di anni fa. Un luogo da vedere -Namibia? non ci ho mai pensato…-, dove storia e cosmo si sono incontrate, dolcemente.

WU

PS. Per curiosità, il secondo e terzo posto, nella “classifica” meteorite più pesante hanno una massa circa la metà di Hoba.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...