Farout

C’è la pantera rosa ed il pianeta rosa 🙂

… ma sono anche certo vi siano pianeti di un’infinità di altri colori e non per questo fanno notizia. Il fatto che Farout sia rosa è comunque un di più, quasi un vezzo, rispetto ad altre due sue fondamentali caratteristiche: non lo conoscevamo fino a poco tempo fa, ma orbita assieme a noi e tutti gli altri pianeti del nostro sistema solare attorno al nostro Sole; ed è lento, estremamente lento.

Farout, nome in codice 2018 VG18, si trova a quasi 18 miliardi di km dal Sole. Una distanza decisamente ragguardevole, tanto per darvi un’idea è 120 volte più distante dal sole della nostra Terra e Plutone (pianeta, oggi pianeta nano, per lungo tempo considerato l’ultimo abitante del nostro sistema solare si trova a “sole” 40 volte la distanza Terra-Sole ed Eris, il pianeta nano che deteneva il precedente record di distanza dal Sole si trova a 96 volte Terra-Sole… Questo rende Farout (almeno fino a prova contraria) l’oggetto più distante mai osservato del nostro sistema solare.

Nenche a dirlo, la sua scoperta è frutto di una sorta di serendipity quando i telescopi scandagliavano gli angoli più remoti del cielo alla ricerca dell’ormai famigerato pianeta nove. Del pianeta oggetto della ricerca nessuna traccia, ancora, ma sulle lenti del telescopio giapponese Subaru si è materializzato un puntino luminoso… e rosa (beh, non è proprio così, ma romanziamo un po’ la scoperta…).

Il diametro di Farout è approssimativamente 500 km (circa un settimo della nostra luna, per darvi un’idea), la sua enorme distanza dal sole lo rende così lento che impiega circa 1000 anni a compiere un’intera rivoluzione ed è… rosa. Appunto. Il colorino rosa è abbastanza tipico di mondi freddi, scuri e ghiacciati, ma non sappiamo ancora molto sulla motivazione di tale colore. E’ molto probabilmente causato dall’effetto dei raggi cosmici sul metano ghiacciato, che abbonda sulla superficie di questi mondi

Farout.png

2015 TG387 and 2012 VP113 never get close enough to the Solar System’s giant planets, like Neptune and Jupiter, to have significant gravitational interactions with them. This means that these extremely distant objects can be probes of what is happening in the Solar System’s outer reaches. The team doesn’t know 2018 VG18’s orbit very well yet, so they have not been able to determine if it shows signs of being shaped by Planet X.

… che vuol dire, più o meno, che Farout NON è il pianeta nove (Planet X), ma la sola idea che questo oggetto possa esistere ci sta portando ad esplorare angoli remoti del nostro sistema solare che non avevamo mai osservato e le scoperte, Farout in primis, vengon da se.

WU

PS. Farout in inglese significa qualcosa tipo “molto lontano”, ma anche “non convenzionale”. Trovo il nome decisamente calzante dato l’oggetto.

PPSS. E’ lo stesso gruppo di ricerca che aveva, sempre cercando tracce del pianeta nove anche identificato il Goblin …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...