Pianeta Goblin

Del fantomatico-agognato-sperato-temuto-vociferato Pianeta 9 abbiamo parlato abbondantemente a sproposito (tipo qui e qui e qui).

Non lo abbiamo trovato, nel senso che non abbiamo trovato esattamente quello che cercavamo, ma di certo abbiamo scoperto che oltre Plutone (un tempo considerato il limite del nostro sistema solare) vi sono un sacco di nuovi mondi.

2015 TG387 è l’ultimo arrivato. 300 km di diametro (decisamente più piccolo del bestione che stiamo cercando) ed un periodo orbitale di 40.000 anni (!). Praticamente è così piccolo (al limite per essere definito un pianeta e non un asteroide) e così lontano (non si avvicina mai più di 65 unità astronomiche al nostro Sole) che, ammettiamolo, lo abbiamo avvistato per puro caso. Un colpo di fortuna planetario.

Goblin è stato osservato per la prima volta a ben 80 unità astronomiche (… Plutone, tanto per fare un paragone, è attualmente a circa 34 unità astronomiche dal Sole). Assieme ai suoi compari Sedna e 2012-VP113 è fra gli oggetti più lontani dal Sole che abbiamo mai osservato. Non è quello con il perielio più distante, ma è quello che durante l’orbita si allontana di più dal Sole (… ha il semi-asse maggiore più lungo). Goblin raggiunge infatti 2.300 unità astronomiche nel suo punto più lontano dal Sole ed ha la “fortuna” di non avvicinarsi mai abbastanza da avere interazioni gravitazionali significative con i giganti gassosi del nostro sistema solare. Praticamente, considerando solo i pianeti finora noti, la sua orbita è abbastanza stabile… a meno delle ingerenze del Pianeta X, ovviamente.

Goblin.png

Praticamente stiamo scalfendo la superficie della Nube di Oort (inner) che è una sorta di nuvolone composto da centinaia o addirittura migliaia di questi oggetti. L’interesse è di certo per loro direttamente, ma anche e soprattutto per usarli come “sonde gravitazionali” per capire se ai confini del nostro sistema solare si celano altri pianeti… massicci.

Oltre la scoperta (che per definizione è già una scoperta 🙂 ) in se di Goblin, l’esistenza e l’orbita del pianeta sono un’ulteriore conferma dell’esistenza del pianeta Nove. L’orbita di questo corpo, quella di Sedna e quella di 2012-VP113 sembrano essere raggruppate insieme il che suggerisce che ci sia un corpo massiccio che ne guida le orbite. E la ricerca continua… e la serendipity che si porta dietro.

WU

PS. Il nome Goblin, dato che sono certo siete curiosi, deriva semplicemente dal fatto che per la prima volta il corpo è stato avvistato nel periodo di Halloween. Poco poetico.

Un pensiero su “Pianeta Goblin

  1. Pingback: Farout – Postils

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...