Le 5 “leggi” della biologia ?!

Poniamoci una domanda: “Cosa è la malattia?”. Mi sono immaginato molte risposte, prima di decidere di approfondire quanto sotto (e quanto spesso tristemente risentito)…

Prima legge: Il trauma è il detonatore
La “malattia” inizia a partire da uno shock biologico, la DHS (Sindrome di Dirk Hamer), che attiva all’istante nel nostro organismo un programma speciale, biologico e sensato (SBS). A seconda del tipo di “sentito biologico” o “contenuto conflittuale” che una persona percepisce nell’istante della DHS, si attiva unprogramma speciale che è adeguato a far fronte al tipo di evento inaspettato vissuto dalla persona e che si manifesta sia nell’area cerebrale corrispondente, sia nell’organo innervato da questa area.

“Sentito biologico”???? Ma per favore!!

Seconda legge: niente esiste senza il suo contrario
Questo programma speciale, una volta iniziato, ci mette sensatamente in uno stato di allerta, il conflitto è attivo (fase simpaticotonica) e termina solo con la soluzione del conflitto. Segue quindi la fase vagotonica di riparazione. Per questo il programma speciale viene definito bifasico (a patto che si arrivi a soluzione del conflitto).

“Il conflitto termina solo con la soluzione del conflitto”… non lo avrei mai detto…

Terza legge: Il sistema ontogenetico dei tumori e delle malattie equivalenti
A seconda di quale area cerebrale si sia attivata, avremo quindi a livello organico due modalità di comportamento completamente diverse. Se l’area attivata (Focolaio di Hamer) si trova nel paleoencefalo(tronco cerebrale e cervelletto) avremo crescita cellulare nella fase di conflitto attivo. Al contrario se l’area attivata si trova nel neoencefalo (midollo cerebrale e corteccia) avremo crescita cellulare unicamente nella fase di soluzione.

Mi pare di capire che la “crescita cellulare” sia inevitabile… Direi che qui un balletto ci sta benissimo

Quarta legge: I microbi sono al servizio del cervello
I microbi non sono la causa delle “malattie”, bensì i nostri aiutanti, guidati dal cervello e simbionti per ogni singolo tessuto.

“guidati?” Ovviamente inconsciamente…

Quinta legge: della quintessenza
Tutti questi processi sono stati inseriti in milioni e milioni di anni durante la nostra evoluzione e sono quindi assolutamente sensati. In effetti, non c’è più nulla che accade nel corpo che possa ancora essere considerato “maligno” o “benigno”, ma si tratta unicamente di processi utili per la sopravvivenza dell’individuo e della specie.

Se poi sopravvivenza=morte è un dettaglio che può essere facilmente superato da funanbolismi verbali

Le LEGGI sopra sono le 5 leggi della biologia così come SCOPERTE dal dr. Hamer. Servono, OVVIAMENTE, per valutare PRECISAMENTE quanto sta accadendo alle nostre emozioni ed al nostro organismo.

In breve: Le malattie sono sempre causate da shock biologici (Dirk-Hamer-Syndrome, DHS) e l’unica via di guarigione è la risoluzione del conflitto.

… con tanto di PRESUNTO attestato di conferma delle leggi

Ora, se crediamo perché dobbiamo/vogliamo/possiamo io sono il primo, ma se vogliamo attenerci ad un (discutibile? certo, ma non più di queste leggi) metodo scientifico, allora queste leggi non sono state mai provate, verificate e quindi accettate dalla “medicina tradizionale”.

Ah, personalmente trovo anche qualche contraddizione logica in questi asserti…

WU

PS. Un breve cenno bibliografico mi ha aiutato ad inquadrare la faccenda.
Il dott. med. Ryke Geer Hamer è nato in Germania nel 1935. Nel ’72 conseguì la specializzazione in medicina interna e iniziò ad occuparsi, come primario in ginecologia, di malati di cancro. Parallelamente inventò e brevettò molti utensili in uso ancor oggi nel campo della chirurgia plastica. Nel 1976 il dott. Hamer, con la moglie ed i suoi quattro figli, volle ritirarsi in Italia, per curare gratuitamente i malati nei quartieri più poveri. Il 18 agosto 1978, il principe Vittorio Emanuele di Savoia, impazzito (??), sparò al figlio del dottore. Per più di tre mesi il ragazzo lottò tra la vita e la morte. La sua morte cambiò la vita del dott. Hamer che poco dopo la morte di suo figlio infatti si ammalò di cancro ai testicoli. Il dottore assegnò la causa della sua malattia allo choc della morte di suo figlio. Quindi non era “colpa” di qualche cellula impazzita, ma dovesse essere in relazione al cervello. Chiese ai suoi pazienti se anch’essi avessero vissuto un avvenimento terribile e scoprì che tutti (??) avevano subito un evento traumatico prima di ammalarsi.

Nell’ottobre 1981, volendo pubblicizzare i risultati della sua ricerca, fu messo davanti un out-out: o rinnegare i risultati della sua ricerca o lasciare la clinica. Scelse, ovviamente, per il continuare per la sua strada, ma i decani dell’università a cui erano stati presentati i risultati respinsero le sue teorie sulla correlazione tra cancro e psiche
Il dottore continuò nonostante tutto (opposizioni, condanne, arresti e cose del genere) la sua ricerca verificando (??) l’esatta corrispondenza e fondatezza delle sue scoperte.

Il tutto condito da asserzioni antisemite ed autoproclama della Nuova Medicina Germanica. Direi che gli estremi per (NON) credere ci sono tutti, eppure c’è chi le segue.

Annunci

Un pensiero su “Le 5 “leggi” della biologia ?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...