Kalinin K-7

Erano i primi anni ’30. I russi ci davano dentro, in termini di ricerca. Soprattutto in vista di possibili sviluppi militari della situazione politica mondiale. LA WWI era da poco alle spalle ed i venti sussurravano di stare all’erta.

Il K-7 , disegnato dall’aviatore russo K. Kalinin, era uno di quei progetti che avrebbero dovuto consacrare l’Unione Sovietica come una superpotenza militare. Una specie di fortezza volante, basta su sette motori (sei anteriori ed uno posteriore) ad elica Mikulin AM-34F. L’apice della fase dell’areonautica: “as much propellers as possible to help carrying those huge flying fortresses into the air”. Il mezzo era pensato sia per applicazioni militari (con un carico di gadget distruttivi tra i 9.900 ed i 16.600 kg)che civili (con tanto di sala riunioni, bar e cucina). Una gigantesca ala ellittica di 53 m con due travi di coda per una lunghezza totale di 28 metri. Ed il tutto soli 30 anni dopo i fratelli Wright…

I motori a turbogetto, saranno inventati solo nel 1939 ed i turbofan (turboventola) nel 1943. Tanto per fare un paragone, uno dei giganti del cielo di oggi (più di 80 anni di sviluppo) l’A300 (il capostipite dei wide-body aircraft) ha un’apertura alare più piccola del K-7, anche se può vantare un peso al decollo nettamente maggiore.

K7.png

Esito del progetto (che avrebbe tutti gli estremi per suonare come finzione, ma che invece risulta assolutamente reale)?

Il problemi di gestione di molti motori in contemporanea erano considerevoli, il peso dell’oggetto importante per cui i decolli moooolto difficoltosi, le vibrazioni in volo furono tali da costringere gli ingegneri a ridisegnare interamente la coda dell’aereo. L’aereo nella nuova configurazione (l’unico prototipo di K-7) precipitò durante il volo di prova a causa del cedimento di una delle travi di coda, molto probabilmente causato dalle vibrazioni indotte dal settimo motore, che nella nuova configurazione era collocato proprio tra i due longheroni di coda.

Pertanto l’unico prototipo di cui si ha traccia (a cui si accompagnano pochissime foto originali dall’epoca data la riservatezza del progetto, tipica URSS) andò perso nel 1933 e gli altri due esemplari previsti non furono mai completati. Il programma fu chiuso nel 1935.

Triste epilogo (che include anche la morte di 15 persone a bordo del prototipo e l’arresto e l’esecuzione di Kalinin per spionaggio e sabotaggio) per progetti ciclopici dei primordi dell’aviazione.

Da allora è tutta una corsa alla miniaturizzazione, e non solo in ambito aeronautico.

WU

Annunci

Un pensiero su “Kalinin K-7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...