L’astronauta caduto

8.5 cm di arte. La prima ed unica opera artistica su un’altro mondo. Detto così è veramente affascinante.

Trattasi si una piccola statuetta in alluminio (materiale scelto per la sua resistenza alle deformazioni causate degli sbalzi termici) portata sulla Luna nel 1971 dalla missione Apollo 15 e li lasciata. The Fallen Astronaut.

Commissionata dall’astronauta David Scott (al suo terzo volo spaziale ed il primo uomo a pilotare un rover sulla Luna) all’artista Paul Van Hoeydonk la scultura commemora tutti gli astronauti caduti nella “corsa allo spazio” che hanno reso possibile l’allunaggio umano. Trattasi in particolare di 14 astronauti deceduti, 8 statunitensi e 6 sovietici dal 1966 al 1971 (ad oggi sarebbero circa 20).

La statuetta è stata pertanto voluta molto generica; non raffigura, infatti, ne un sesso ne un’etnia precisa. Accompagna la statuetta anche una targa con i nomi di questi “caduti”.

fallenastronaut

Ed essendo un tributo alla memoria di questi uomini la scultura non avrebbe dovuto neanche riportare la firma dell’artista ne il racconto della deposizione della scultura sarebbe dovuto essere di facile dominio pubblico. La “missione” era infatti non ufficiale ed anche il centro di controllo a Terra era all’oscuro delle intenzioni degli astronauti (qui un bellissimo e lunghissimo articolo).

“I just know [the sculpture] was in my pocket when I got to the moon” [D. Scott]

Pare la deposizione (seppur breve) sia stata fatta anche con una certa deferenza e ritualità. Un rarissimo gesto di rispetto e riguardo di colleghi nei confronti di colleghi.

Ciononostante pare che quando si diffuse la notizia all’artista furono commissionate copie della statuetta per la commercializzazione (… immancabile Dio Denaro), ma, anche grazie alle rimostranze degli astronauti, tali copie non furono mai effettivamente vendute (a parte una, della quale non immagino neanche il valore…). Ci fu addirittura della pubblicità su una rivista d’arte per acquistare le copie!

fallenastronaut1

La prima riproduzione “autorizzata” e non vendute dell’opera è oggi esposte al National Air and Space Museum (a Washington D.C.) .

Peccato per queste controversie finali che sporcano una storia così profonda, quasi romantica.

WU

PS. Tanto per la cronaca sapere qual’è il rapporto fra ciò che abbiamo “preso” dalla luna e ciò che vi abbiamo “lasciato”? Abbiamo riportato sulla Terra circa 382 kg di rocce ed abbiamo lasciato ben 170 ton di “rottami” sulla superficie lunare. Un rapporto di ben 445 kg richiesti per riportare 1 kg di roccia… Beh, direi che la statuetta è tutto sommato trascurabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...